A casa, nel mondo

Anche quest’anno a partire da settembre, l’INPS richiede a tutti i pensionati italiani residenti all’estero di presentare la propria Certificazione di Esistenza in Vita. Lo fa con modalità simili agli anni scorsi, ma con tempi e scadenze che questa volta variano da Paese a Paese.

È interesse di tutti riconsegnare la modulistica – debitamente compilata – entro i tempi stabiliti: se ciò non dovesse avvenire, l’INPS procederà successivamente alla sospensione della pensione.

Per evitare problemi e disguidi, informati immediatamente sulle scadenze per il tuo Paese e fatti aiutare dall’INCA: tutti gli uffici e gli sportelli dell’INCA nel mondo sono a tua disposizione per aiutarti a compilare il modulo, indirizzarti nei luoghi giusti dove farlo autenticare, inviarlo e controllare poi se la “risposta” è andata a buon fine.

Puoi trovare l’ufficio INCA a te più vicino vistando il sito.